Il van Marco Polo di Mercedes nell'ultima versione "Activity"

Marco polo

 

Presentate al Salone di Parma dello scorso anno, le versioni 2020 del Marco Polo Mercedes hanno visto alcuni recentissimi aggiornamenti con il modello Activity

Lo scorso settembre Mercedes-Benz Vans è stata protagonista del Salone del Camper con il Marco Polo, camper compatto della Stella che apre nuovi orizzonti nel segmento dei veicoli per il tempo libero e consente di viaggiare nel tipico comfort di una berlina Mercedes, ma al volante di una vera e propria casa su quattro ruote. Il salone è stata l’occasione di un’anteprima anche per il Marco Polo Horizon che ha ampliato la famiglia dei camper.

Tra i protagonisti del Salone anche lo Sprinter che con sua la versione Tractor Head ha raccolto le esigenze degli allestitori di camper.

La famiglia Marco Polo, basata sulla Classe V, ha beneficiato appieno di tutte le novità relative al primo restyling realizzato per la monovolume Mercedes.

I veicoli per il tempo libero di dimensioni compatte Marco Polo e Marco Polo Horizon si sono presentati infatti con un frontale ridisegnato, la nuova gamma di vernici e cerchi in lega leggera, le nuove bocchette d’aerazione e gli inediti rivestimenti degli interni.

A queste caratteristiche si sono aggiunti il motore di ultima generazione, diesel, con nuova potenza massima di 176 kW (239 CV) (consumo di 6,7-6,1 l/100 km, emissioni di CO2 nel ciclo combinato 177-160 g/km), nonché il Brake Assist attivo e il sistema di assistenza abbaglianti Plus.

Marco Polo coniuga funzionalità e stile; offre un blocco cucina con due fuochi, lavello, box frigorifero e tre cassetti, scomparti e armadi, un guardaroba, un divano-letto nel vano posteriore, sedili anteriori girevoli, un tavolino ribaltabile e scorrevole e un letto sollevabile alloggiato sotto il tetto per un totale di quattro posti letto.

Il design degli interni, caratterizzato da un elegante contrasto di zone chiare e scure, il rivestimento del pianale di serie in look ‘yacht deck’ e una suggestiva illuminazione a Led dell’abitacolo, con luci soffuse interne “ambient” a richiesta, creano un ambiente esclusivo.

Per stare comodamente all’aria aperta, Marco Polo è dotato a richiesta anche di sedie da campeggio e tavolino, riposti in una pratica borsa nel vano bagagli e di un tendalino parasole amovibile, posto sopra la porta scorrevole, che assicura sufficiente ombra durante piacevoli soste circondati dalla natura. 

Marco Polo Horizon

Questa versione è la scelta perfetta per chi cerca un mezzo ideale per la città, grazie alle dimensioni compatte e al look ricercato, ma che sappia essere versatile per weekend all’insegna del relax o dell’avventura.

Dalla versione cinque posti a sedere, passando per la versione con quattro sedili singoli Comfort nel vano posteriore, alla versione a sette posti con una panca a tre posti trasformabile in letto nella seconda fila e due sedili singoli supplementari nella prima fila del vano posteriore, Marco Polo Horizon può essere adattato a seconda delle esigenze, facendosi apprezzare per la cura dei dettagli e i materiali pregiati. 

Interni marco polo activity

Marco Polo Activity

Presentato a marzo 2020, in concomitanza con l’arrivo della primavera, il nuovo Marco Polo Activity si aggiorna con la nuova generazione del Vito.

Tra le più importanti novità, il design rinnovato, la nuova motorizzazione diesel quattro cilindri da 239 cv, il sistema di sospensioni pneumatiche Airmatic, maggiore sicurezza grazie ai sistemi Distronic, Brake Assist attivo e allo specchietto retrovisore interno digitale.

All’esterno, la nuova generazione è riconoscibile, tra l’altro, per la griglia del radiatore dal nuovo design, combinata con i paraurti verniciati.

La Stella Mercedes è sistemata al centro della griglia del radiatore ed è incorniciata da tre lamelle zigrinate di colore nero. La mascherina del radiatore è disponibile a richiesta in look cromato. 

Su strada, nella vita di tutti i giorni o durante la gita nel fine settimana, a bordo del nuovo Marco Polo Activity si viaggia all’insegna della potenza e dell’efficienza.

Interni marco polo activity

Offerto per la prima volta nella versione da 176 kW (239 cv) (consumi 6,6-6,0 l/100 km, emissioni di CO2 nel ciclo combinato 174-159 g/km), con la nuova motorizzazione top di gamma eroga una coppia massima di ben 500 Nm, mentre in fase di accelerazione sono temporaneamente disponibili ulteriori 30 Nm (“Overtorque”), con prestazioni pari a quelle di una potente berlina stradale: Marco Polo Activity 300 d passa da 0 a 100 km/h in 7,9 secondi, con una velocità massima che si attesta su 210 km/h.

Con il restyling, vengono mantenute le seguenti varianti di potenza: 250 d da 190 cv, 220 d da 163 cv, 200 d da 136 cv e 170 d da 102 cv.

La motorizzazione di ingresso 170 d, dotata del diesel quattro cilindri OM 622, è disponibile in combinazione con la trazione anteriore e il cambio manuale a 6 marce. Le altre motorizzazioni sono offerte con cambio automatico 9G-Tronic e trazione posteriore; disponibile anche la trazione integrale.

Il motore diesel quattro cilindri OM 654 risulta particolarmente efficiente nei consumi e con emissioni bassissime.

Come quello montato sulla Classe E e sulle ultime vetture di casa Mercedes, è il miglior motore Diesel sul mercato, con camera di combustione e pistoni di nuova concezione, ricircolo dei gas di scarico dinamico a più vie e post-trattamento dei gas di scarico in prossimità del motore. 

Da ottobre 2020 sarà disponibile il sistema di sospensioni pneumatiche Airmatic, una peculiarità nel segmento che porta con sé ulteriori vantaggi a livello di consumi e aumenta anche il comfort di marcia, sia su strade extraurbane irregolari che su autostrade.

Tramite l’interruttore Dynamic Select nella consolle centrale, il conducente può scegliere velocemente tre diversi programmi di marcia per alzare (30 mm), abbassare (10 mm) o mantenere standard l’assetto a seconda della strada che si sta percorrendo.

Con un programma, il veicolo si solleva fino a 35 millimetri, a una velocità fino a 30 km/h. Gli ammortizzatori adattano le sospensioni alle condizioni della strada nel programma di marcia selezionato.

Questa operazione avviene velocemente e con precisione tramite due valvole separate garantendo una stabilità di marcia anche con l’eventuale caravan collegata al gancio di traino.

Marco Polo

Sicurezza e infotainment

Con la nuova generazione, il numero dei sistemi di sicurezza e assistenza a bordo di Marco Polo Activity aumenta, passando dagli attuali 10 a 13. Per la prima volta è disponibile il Brake Assist attivo, il dispositivo che riconosce l’eventuale pericolo di una collisione con il veicolo che precede, emettendo innanzitutto un segnale di avvertimento visivo ed acustico.

Se il conducente reagisce, il sistema di assistenza genera una pressione frenante adeguata alla specifica situazione; se, al contrario, il guidatore non reagisce, il sistema resta attivo per supportare eventuali manovre improvvise finalizzate a evitare un impatto o le frenate.

Nel traffico urbano, il Brake Assist attivo è in grado di reagire in presenza di veicoli fermi o di pedoni che attraversano la strada.

Un’altra novità è rappresentata dal Distronic, il sistema di assistenza attivo alla regolazione della distanza, in grado di mantenere quella impostata dal conducente rispetto al veicolo che precede, rendendo per esempio meno gravoso il traffico stop-and-go.

Modulo armadio con blocco cucina del Marco Polo
Modulo armadio con blocco cucina del Marco Polo

Il sistema accelera autonomamente e frena con la metà della potenza frenante per rispettare la distanza di sicurezza. Se il sistema riconosce che occorre una frenata più forte, il conducente viene avvisato con segnali visivi ed acustici, in modo che possa frenare il veicolo in caso di necessità. 

Sempre a partire da ottobre 2020 sarà disponibile un’altra novità: lo specchietto retrovisore interno digitale.

Una telecamera HDR nel lunotto trasmette quanto accade dietro il veicolo al display dello specchietto. In questo modo, si garantisce una visuale senza limiti anche quando il bagagliaio è carico fin sotto il tetto. Tramite il consueto interruttore a bilico antiabbagliamento, lo specchietto retrovisore interno digitale passa dall’immagine della telecamera alla vista analogica, consentendo al conducente di guardare all’interno dell’abitacolo. 

Il nuovo Marco Polo Activity non è solo più dinamico, efficiente nei consumi e sicuro, ma vanta anche importanti aggiornamenti all’interno.

Offre così la ricezione radio digitale (DAB+): in questo modo, i campeggiatori possono godersi una ricezione radio chiara e senza interferenze, dal sedile tre posti/divanetto posteriore di serie o dal letto integrato nel tetto sollevabile. Il sistema Audio 10 comprende inoltre un’interfaccia Bluetooth con funzione vivavoce, utile anche per lo streaming musicale.

I sistemi infotainment Audio 30 ed Audio 40 offrono poi un touch-screen da 7 pollici con integrazione per smartphone tramite Apple CarPlay ed Android Auto.

Marco Polo app

Il sistema MBUX

I sistemi, dallo scorso dicembre 2019, sono integrati con MBUX, il sistema multimediale rappresentato dal suo intuitivo concept di comando e, soprattutto, dal suo dispositivo di comando vocale già presente a bordo delle vetture Mercedes-Benz: per gli amanti del campeggio è stata poi pensata un’altra dotazione unica, il Mercedes-Benz Advanced Control di serie, che permette di viaggiare a bordo di una “smart home” su ruote.

I passeggeri possono controllare e comandare da un’unica posizione i diversi componenti: MBAC permette di connettere i seguenti componenti nell’area living del Marco Polo: livelli dei serbatoi dell’acqua (acqua di scarico/acqua pulita); carica della batteria ausiliaria; temperatura del frigorifero; riscaldamento supplementare ad aria calda; tetto sollevabile a soffietto elettrico; tetto scorrevole panoramico; impianto audio Jehner; sistema di illuminazione centrale, illuminazione ambiente inclusa.

Grazie a MBAC è possibile impostare un timer per il riscaldamento supplementare ad aria calda e un sistema di avvertimenti e di messaggi. In questo modo è possibile sapere in qualsiasi momento se il veicolo è pronto alla partenza.

Il controllo e la configurazione delle funzioni possono avvenire sia mediante il touchscreen MBUX o il touchpad sulla plancia del veicolo, sia utilizzando l’App per smartphone connesso via Bluetooth.

Marco polo touch screen

Attraverso i comandi touch, è possibile ingrandire o spostare il contenuto visualizzato, una funzione che risulta particolarmente utile quando si desidera maggiore precisione per la mappa di navigazione. Il touchpad è inoltre in grado di riconoscere la scrittura a mano.

MBUX coniuga questa modalità di funzionamento intuitiva e intelligente con le funzioni di previsione, che consentono al sistema di riconoscere qual è la prossima azione che il guidatore vorrebbe compiere.

Ad esempio, se sulla strada di casa il guidatore telefona regolarmente a ‘Casa’, sul display verrà suggerito il numero di telefono.

Tutte le impostazioni del sistema di infotainment e della vettura possono essere configurate singolarmente e memorizzate in un profilo.

A bordo di Classe V e delle versioni camper-van è possibile creare fino a otto profili. Anche l’alimentazione elettrica di dispositivi esterni è stata ottimizzata grazie all’introduzione del MBUX.

La connessione USB-C permette di ricaricare tablet o telefoni cellulari, in aggiunta a tutti i vantaggi che ben conosciamo offerti dallo standard USB-C, quale ad esempio corrente di ricarica superiore. Grazie a Apple CarPlay e Android Auto, è inoltre possibile riprodurre sul display centrale le interfacce utente di tutti i sistemi operativi per smartphone.

La gamma dei servizi comprende i servizi gratuiti di base Gestione Manutenzione, Recupero in caso di incidente e Gestione Guasti, oltre a Telediagnosi e Diagnosi vettura da remoto. A richiesta, sono anche disponibili i servizi di configurazione (monitoraggio con funzione geofencing, tracking, navigazione, meteo, connessione web ecc.), che permettono di consultare anche da remoto i valori relativi a pressione pneumatici e livelli di carburante e AdBlue.

I servizi Mercedes “Me connect” possono essere utilizzati sia mentre ci si trova a bordo, utilizzando MBUX, sia dall’esterno, mediante l’App per smartphone, a condizione che nella zona vi sia una copertura Internet. 

Marco Polo vintage

Marco Polo, oltre 35 anni di storia 

Nel 1984, il nome del famoso esploratore veneziano divenne sinonimo del camper compatto con la stella a tre punte. Il primo Marco Polo era basato sulla Mercedes-Benz 209 D, un furgone comunemente chiamato "Bremer Transporter". Le sue caratteristiche includevano un cofano corto e la vernice beige “Bahamas” che, negli anni '80, era molto in voga e vista come particolarmente moderna, così come i suoi interni altrettanto beige-marrone.

Era mosso dal motore OM 617 a cinque cilindri che erogava 88 CV (con 172 Nm di coppia) che garantivano una velocità massima di 120 km/h. Con una larghezza di 1,98 mt e un raggio di sterzata di 10,9 m, il Marco Polo era facilmente manovrabile, anche nei centri urbani.

Nonostante la sua pianta compatta, il camper offriva un grande comfort abitativo, con un letto matrimoniale sul tetto alto, un posto a sedere sulla panchina nella parte posteriore, sedili guidatore e passeggero anteriore orientabili, oltre a un angolo cottura con lavello, fornello a due fuochi e un frigorifero (alimentato a gas, con l'impianto elettrico di bordo da 12 volt o con un collegamento elettrico esterno da 220 volt).

La conversione dei furgoni Mercedes-Benz in modelli Marco Polo è stata effettuata dal 1984 da Westfalia, il celebre marchio tedesco che fa dei veicoli per il tempo libero la sua specializzazione. Dal 2014, il Marco Polo è stato disponibile nella sua versione attuale basata sulla Classe V.

La famiglia Marco Polo comprende tre modelli, distribuiti in oltre 20 mercati in tutto il mondo

Marco Polo Activity, basato su Vito, è il modello d’accesso nella famiglia e si contraddistingue soprattutto per l’elevata molteplicità di varianti a livello di motore e trazione e per la massima variabilità all’interno, si va dai cinque posti di serie ai sette.

I sedili possono essere spostati in avanti lungo le apposite guide. In questo modo, in pochi secondi si può contare su un bagagliaio con capacità di carico più che raddoppiata. Per la notte si può ricorrere al letto integrato nel tetto sollevabile o al sedile tre posti/divanetto. (Da 44.784 euro)

Marco Polo Horizon, anch’esso basato su Vito, è versatile per quanto riguarda la configurazione dei sedili ed offre fino a cinque posti letto.

Il modello colpisce soprattutto dal punto di vista del design perché richiama da vicino il suo veicolo base, ovvero Classe V. Con la sua ampia scelta di equipaggiamenti a richiesta, come per esempio AMG Line, Marco Polo Horizon è perfetto per tutti i gusti. (Da 59.996 euro)

Il modello di punta, il Marco Polo, basato su Classe V, si è già rinnovato da qualche mese e completa la famiglia degli autocaravan e veicoli compatti per il tempo libero di Mercedes-Benz.

Il modello offre di serie spazio per quattro persone ed è dotato di blocco cucina ed armadietto portabiti, oltre al sedile/divanetto.

È quindi il compagno di viaggio perfetto per i viaggi più lunghi. (Da 65.729 euro)

Sprinter Box
Sprinter Box

SCHEDA TECNICA

Marco Polo Activity Campervan

 Dimensioni Lxlxh 514 x 192 (224 con specchietti) x 198 (284 con tetto aperto)

Posti

Omologati: 5 (fino a 7 a seconda 

dell’equipaggiamento)

Letto: fino a 5

Peso in ordine di marcia 3.100 kg

Letto tetto sollevabile

113 x 205 cm

Letto dinette

135 x 193 cm

Meccanica Mercedes Vito passo 3.200 mm

Cilindrata cc 1.749 102 cv (opt. 1.749 cc 136 cv – 1950 cc 136-163-190 cv) 

Trazione anteriore

Prezzo da 44.784 euro IC ff