Semintegrale con anima da Van

Le dimensioni sono quasi come quelle di un furgonato, ma le caratteristiche rispecchiano quelle di un semintegrale: è questa la nota distintiva che descrive al meglio i profilati compatti. Una tipologia che piace sempre di più, a fronte di un’offerta crescente da parte delle Case. Autostar, noto costruttore francese, per la stagione 2022 allarga la gamma Performance con un nuovo modello ancora più compatto: il P650 LT Lift., che affianca i due già presenti in catalogo, il P680 LJ e il P690 LC Lift, lunghi rispettivamente 678 e 699 cm e proposti con letti gemelli il primo e con letto nautico il secondo. Il nuovo arrivato, invece, è pensato per la coppia e si propone con una lunghezza di soli 658 cm; anche l’altezza esterna è ridotta, attestata infatti a 279 cm, mantenendo però, allo stesso tempo un’altezza interna di 198 cm e generose capacità di stivaggio. L’acronimo Lift caratterizza la possibilità di variare l’altezza del letto matrimoniale trasversale posteriore, a vantaggio dell’accessibilità al letto stesso o per aumentare l’altezza utile del garage sottostante. Le dimensioni ridotte assicurano una buona maneggevolezza in marcia e garantiscono una certa leggerezza del veicolo , con possibilità quindi di contare su una capacità di carico superiore e senza incorrere nei problemi di peso che affliggono la maggior parte dei camper.

ESTERNI

Se alla guida possiamo apprezzare l’agilità di questo semintegrale lungo solo 658 cm, all’esterno basta un primo colpo d’occhio per notare il rapporto tra la cabina di guida e la cellula abitativa più proporzionato rispetto a quello di un seimintegrale classico. Le dimensioni dei cantonali che raccordano le pareti alla cellula sono ridotte e grazie alla larghezza di soli 216 cm (la larghezza della cabina è di 205 cm) sono adottati specchietti retrovisori senza distanziatori. A ridursi però è anche l’altezza, con un cupolino affusolato in vetroresina compatto e dotato di skyroof apribile. Nel complesso, questi elementi riducono l’impatto visivo e ci riportano quasi alla linea di un furgonato. In questo caso, però, la cellula è quella di un camper vero, con tutti i vantaggi che ne conseguono. La nuova cabina del Fiat Ducato, caratterizzata dalle numerose migliorie introdotte nella versione più recente, si presenta con i rinnovati gruppi ottici dotati di luci diurne con striscia led e calandra nero lucido. I cerchi in lega da 16”, con logo personalizzato Autostar, richiamano il nero della calandra e danno vita ad un bel contrasto con il bianco della carrozzeria. Le pareti laterali sono decorate con grafiche sinuose, che si sviluppano per tutta la lunghezza e integrano le quattro finestre a filo parete con cornice in poliuretano. Le bandelle laterali fanno parte delle pareti stesse e sono completate da una fina linea nera. In coda, vicino alle luci di ingombro superiori una grafica indica il modello, mentre al centro, l’adesivo Performance rimarca la gamma ed è completato dalle tre stelle distintive che la identificano; sugli sportelli della cabina, infine, campeggia l’iconico logo Autostar. Sulla fiancata destra, partendo dalla parte posteriore, trovano posto lo sportello per accedere al garage, il vano per le due bombole del gas con piastra estraibile, le griglie del frigo, la presa per la 220V e la porta dotata di finestra, portaoggetti e chiusura a due punti. Nella fiancata di sinistra invece, ci sono l’altro sportello per accedere al garage (di identiche dimensioni), lo sfiato della Truma, il bocchettone di carico per le acque chiare e il vano wc. Lo specchio di coda si fa notare subito per la (ormai rara) finestra centrale. Sotto di essa, le barre per la predisposizione del portabici sono installate di serie. In alto, un profilo include la retrocamera e il terzo stop e al di sotto, a sinistra spicca il logo Autostar. In basso, il paraurti integrato perfettamente con la parete, è caratterizzato da uno spessore ridotto. Tre fanali circolari, sovrastati da un catarifrangente che dona al posteriore un effetto accattivante, sovrastano l’alloggio della targa e un inserto nero lucido in basso che si estende per tutta la larghezza. Nel complesso, uno specchio di coda piacevole da vedere e dotato di un certo carattere.

INTERNI

Piccolo ma pieno di spazio: questa la definizione migliore degli interni. Come avrete capito, ci riferiamo alle numerose possibilità di stivaggio che offre questo veicolo, nel quale lo studio degli spazi è ottimizzato per ottenere in ogni occasione vani per le diverse esigenze a bordo. Un esempio tra tanti è il mobiletto vicino al letto posteriore, utile sia come comodino che per riporre oggetti, come libri o riviste; da notare anche la presenza di una presa usb, di una da 220 V e della luce spot. Passando al layout interno, il P650 LT Lift è caratterizzato dalla semidinette anteriore integrata con i sedili girevoli e dal letto trasversale in coda. La dinette, dotata di finestra e sovrastata da un oblò, è completata da un grande tavolo estensibile. Sopra alle sedute sono presenti anche la tv e due pensili. Il mobilio in compensato spesso è caratterizzato da un bel color rovere chiaro e sui pensili una linea grigia dona dinamicità visiva. L’illuminazione full led è rafforzata dalle strisce luminose poste al di sopra dei pensili. La tappezzeria è la Lisbonne, metà bianca in simil pelle e metà grigia in tessuto; anche i sedili di guida sono abbinati e sul poggiatesta come particolare di pregio compare ricamato il logo con la scritta di Autostar. Ovviamente per le texture è possibile scegliere tra diverse alternative.

TOILETTE

Il vano per l'igiene personale è particolarmente spazioso, come rivela il dettaglio della porta bianca con una linea cromata e maniglia di tipo casalingo, che aprendosi di 90° svolge la funzione anche di divisorio tra la zona notte e quella living, creando di fatto una camera da letto posteriore e assicurando maggiore privacy. Tornando però alla toilette, presenta nello stesso vano wc, lavabo e doccia, quest’ultima comunque dotata di elegante colonna dedicata di colore nero lucido, con rubinetto, doccino e varie mensole per alloggiare il bagnoschiuma e tutto l’occorrente. Inoltre, una porta in metacrilato permette di dividerla dal lavandino e dal wc, che non vengono in questo modo bagnati. Interessante anche la scelta di inserire due pilette di scarico assicurando un buon deflusso delle acque. Affiancato al wc Thetford, il lavello è in acciaio inox e completato al di sotto da un armadietto in legno. Sopra, una specchiera con due faretti e una mensola a vista è affiancata da un altro vano con apertura scorrevole. Per il ricambio d’aria c’è l’oblò superiore, che include anche un’asta appendi abiti cromata.

SCOCCA

La tecnica costruttiva Protec-Star caratterizza la produzione del marchio francese: l’isolamento termico ed acustico e una robustezza elevata alle aggressioni climatiche e del tempo sono gli obiettivi dell’azienda per offrire il miglior prodotto al cliente. L’isolamento in Styrofoam fornisce infatti rigidità ed eccellenti prestazioni, certificate anche in camera termica. Per il rivestimento di pareti, tetto e sottopavimento si è optato per il poliestere, materiale antigrandine e molto robusto. Per gli interni la tecnologia Ventil-Plus garantisce, grazie alla particolare conformazione del mobilio, un ideale ricambio d’aria per evitare problemi di umidità e per una corretta distribuzione dell’aria calda. Note di merito vanno al porta bombole Easy con piastra estraibile e vano di carico ribassato per agevolare la sostituzione delle stesse e al piano del garage in robusto materiale antigraffio Bedliner. Per la cellula abitativa, infine, ricordiamo che sono sette gli anni di garanzia previsti contro le infiltrazioni.

MOTORIZZAZIONE

La versione del nuovo Ducato scelta per questo modello è il Multijet 2.200 cc da 120 CV completo di ABS, ESC, airbag conducente e passeggero, Stop&Start e chiusura centralizzata. In opzione si può avere una cavalleria crescente, con il 140, 160 o 180 CV anche con cambio automatico 9 Speed, appunto a nove rapporti. Il nuovo Ducato presenta numerose migliorie estetiche e una completa rivisitazione del cruscotto, ora fortemente digitalizzato; per la gamma Performance viene fornito di serie con paraurti in tinta, condizionatore manuale in cabina, specchietti retrovisori ed alzacristalli elettrici, alternatore potenziato e Cruise Control, molto utile sulle lunghe tratte autostradali.

CUCINA

In posizione classica, a sinistra dell’ingresso, si trova il blocco cucina di tipo lineare: il piano, con buono spazio di lavoro, comprende due fornelli dotati di coperchio in vetro e un lavello quadrato molto profondo, tutti elementi in acciaio inox. Lo spazio utile può essere aumentato grazie alla mensola a sbalzo nella parte sinistra, dove c’è anche una presa da 220 V, mentre sotto è disponibile un piccolo vano per riporre oggetti, fruibile anche quando si è all’esterno del camper, essendo vicino alla porta. La finestra dona luminosità e il giusto ricambio d’aria mentre si cucina. Al di sopra due pensili e al di sotto due ampi cassetti, il primo con porta posate, completano lo spazio di stivaggio. Per illuminare la zona di cucina, sotto i pensili una luce a led copre il piano di lavoro, mentre in alto una striscia a led caratterizza l’ambiente con eleganza. A destra del blocco c’è il frigo slim Thetford a tutta altezza, con capienza di 141 litri con congelatore separato e selezione automatica della fonte AES. Al di sopra anche qui, grazie allo studio accurato degli spazi, è ricavato un piccolo vano.

POSTI LETTO

Il letto matrimoniale trasversale in coda è di buone dimensioni (140 cm di larghezza e 192 cm di altezza) e la funzione Lift permette di poterlo abbassare per agevolarne l’accesso, già reso semplice dai due scalini dedicati. La luce naturale e l’ariosità non mancano, visto che è servito da ben due finestre e dall’oblò. Anche per lo stivaggio i progettisti sono stati generosi: cinque i pensili ai piedi e al lato della parete posteriore del letto. Sul lato della finestra invece è stata realizzata una bella testiera con al di sopra due luci e di lato il piccolo comodino, già citato. Di fianco al letto, un classico armadio con asta appendi abiti ha al suo interno un ulteriore vano. Essenzialmente il veicolo è pensato per un equipaggio di due persone, ma vi è l’opportunità, comunque, di avere un terzo posto letto trasformando la dinette anteriore, grazie a un apposito kit.

GAVONE

Il piano in materiale resistente Bedliner offre la possibilità di avere due staffe per tutta la lunghezza con anelli regolabili in qualsiasi posizione, dotazione che consente di stivare e di legare in tutta sicurezza anche un motorino. La capacità di stivaggio è elevata e può essere ridotta o aumentata in base alle neUn punto di forza indiscusso di Autostar è sicuramente l’impiantistica di borso: nelle gamme superiori, infatti, lo studio di tutti gli impianti presenta soluzioni ingegneristiche elevate e facilità di raggiungimento delle utenze, utile soprattutto in caso di interventi d’emergenza. Parliamo della Water Box e della Power Box che consentono di accedere comodamente a tutte le dotazioni presenti in un vano dedicato e raggiungibile spesso con sportello esterno dedicato. Anche per la gamma Performance questo principio è presente: sono molti i vani che permettono l’ispezione sia dell’impianto idrico che di quello elettrico e del riscaldamento. Nel gavone si raggiunge senza problemi la Truma Combi 4 e di lato, grazie ad un altro vano specifico, sono a portata di mano il salvavita e la scatola dei fusibili. All’interno del camper, nel pavimento dietro il sedile del passeggero, è ricavato un vano dove sono posizionati stacca batterie ed inverter, mentre dietro il pannello di controllo, sollevandolo, si trova lo schema dell’impianto elettrico per verificare tutti i collegamenti. Queste attenzioni garantiscono maggiore sicurezza e semplificano gli interventi in caso di guasti. Tutto ciò ovviamente vale anche per l’impianto idrico, dove si raggiungono comodamente anche i serbatoi e la pompa dell’acqua. Tali soluzioni piaceranno sicuramente agli utenti più esperti ed evidenziano la passione e il savoir a faire del marchio francese con ben cinquant’anni di attività alle spalle.

IMPIANTISTICA

Il piano in materiale resistente Bedliner offre la possibilità di avere due staffe per tutta la lunghezza con anelli regolabili in qualsiasi posizione, dotazione che consente di stivare e di legare in tutta sicurezza anche un motorino. La capacità di stivaggio è elevata e può essere ridotta o aumentata in base alle necessità dal meccanismo di sollevamento del letto. Le grandi aperture presenti da entrambi i lati sono delle medesime dimensioni. Nella parte sinistra è presente una mensola, mentre due vani interni permettono di accedere agevolmente alla Truma e all’impianto elettrico, compresa la scatola dei fusibili. Sulla parete di coda è invece ancorato il kit per realizzare il terzo posto letto in dinette. Il garage è riscaldato e dotato al suo interno di una comoda luce e presa 220 V

L’OPINIONE DI CAMPERLIFE

Un camper pensato per gli amanti dei veicoli compatti, che non sposano la tipologia dei furgonati ma che allo stesso tempo vogliono godere delle medesime caratteristiche di agilità in marcia e di maggiori comodità a bordo. La qualità del marchio e l’attenzione per l’impiantistica lo rendono interessante anche per i più esigenti: questo modello è un concentrato di stile francese e di virtuosismo costruttivo, disponibile però con un rapporto qualità-prezzo molto interessante.