Motorizzazione letto basculante Roller Team T-line GTS anno 2013

Categoria:

Visto che ormai i pistoni che aiutavano la salita del basculante erano scarichi, bisognava faticare molto per alzare il letto, sostituire con pistoni nuovi aveva comunque un prezzo e allora ho pensato di utilizzare dei pistoni elettrici trovati in rete (Corsa 150mm, forza 6000N, 12V di costruzione cinese)

 

Qui la situazione iniziale una volta tolto il tamponamento in legno, questo è il lato autista, l’asta della X da sganciare è quella che si vede a sinistra

Immagine che contiene interni, parete

Descrizione generata automaticamente

 

I pistoni sono dotati di fine corsa e noi riusciamo a sfruttare solo quello in qui il pistone è completamente retratto, cioè la posizione bassa del letto, metteremo poi due fine corsa per la posizione alta e due che controllino che le due aste di sicurezza da usare in viaggio (a letto su) siano retratte per consentirne il movimento (attenzione i pistoni sono molto potenti azionarli con il fermo di queste aste piegherebbe la struttura). I due lati del letto hanno velocità leggermente diverse ma i fine corsa consentono di usare un comando unico. Il consumo di corrente in salita è di 10A in totale (per una ventina di secondi), utilizzando 2 coppie di relè (ogni relè con due scambi) non si hanno problemi.

 

Qui l’etichetta del pistone, gli anelli di fissaggio alle estremità vanno ruotati di 90 gradi per poterli fissare

Immagine che contiene testo, bottiglia, interni, tastiera

Descrizione generata automaticamente

 

Spesa totale

Due pistoni 70€

Canaline, relè, finecorsa etc circa 70€

Totale 150€

 

prima di tutto bisogna togliere i vecchi pistoni, questi hanno però ancora una forza tale che non ne consente lo smontaggio, bisogna allora smontare l’asta collegata ai pistoni dalla struttura letto (il centro della X del pantografo e l’attacco in basso alla struttura del letto), prima va sorretto il letto con delle cinghie a cricchetto che passano sotto al letto e fissate alla struttura metallica ancorata alle pareti, questo consente di sganciare uno dei 4 punti di fissaggio del letto e poterci salire sopra per operare sui pistoni. Una volta sganciato il braccio del pantografo (un lato alla volta!) e alzandolo si liberano i pistoni per lo smontaggio, si può ri-fissare ora il braccio del pantografo alla struttura letto

 

Il pistone elettrico deve essere in posizione completamente chiusa, il letto completamente giù, ora montiamo il pistone e regoliamo i bulloni (di destra nella foto sotto) in modo che il pistone sia bene fermo e senza gioco. Il piccolo cuneo di plastica sotto il pistone serve per mantenerlo verticale

 

 

Qui il pistone montato, ho fatto correre tutti i fili in canaline

Immagine che contiene interni, parete, lavello

Descrizione generata automaticamente

 

Ripetiamo il tutto dall’altro lato

 

I fili dei pistoni sono piuttosto piccoli, sostituiti subito all’uscita del pistone con fili più grandi, l’alimentazione la prendo direttamente con fusibile dalla batteria sotto al sedile autista, una canalina bianca sul soffitto collega i due lati e una scatola da elettronica contiene il comando a pulsante e i relè ed è posta nella zona sopra il sedile autista

 

Qui invece il particolare dei finecorsa di un lato visti dall’alto (sono fissati sul pannello verticale che evita oscillamenti eccessivi del letto), quello di sinistra controlla l’asta di sicurezza (a sinistra con la rotella grigia, parzialmente estratta) e quello di destra la posizione alta del letto, la battuta che agisce su quest’ultimo deve essere abbastanza flessibile in quanto il movimento del letto ha una certa inerzia e non si ferma istantaneamente e forzerebbe troppo sul finecorsa.

 

Immagine che contiene interni

Descrizione generata automaticamente

 

Una volta rimontati i tamponamenti rimangono visibili solo le canaline e il pulsante di comando