Viaggi outdoor: «Sestri Levante è un dono della fortuna»

Sestri levante

Sestri Levante è un dono della fortuna nel Golfo del Tigullio dove un istmo meraviglioso separa la Baia delle Favole da quella del Silenzio per culminare su un porto nascosto da cui si salpa verso le Cinque Terre

La dea bendata del turismo bacia i fortunati, e i viaggiatori che arrivano a Sestri lo sono davvero tutti. Sestri è ideale per un weekend di relax arrivando dal Piemonte, l'Emilia oppure dai grandi centri della Lombardia, perché il percorso verso questa località turistica posata fra il Mar Ligure e il suo monte Castello (265 metri s.l.m.) è veloce.

Destinazione perfetta, giusto in mezzo fra la vivace Genova della Lanterna e le incantevoli Cinque Terre (45 km), Sestri si dispone bene alla vita di mare in camper munita di una modestia tuttavia generosa. Semplice e meno battuta dal turismo "cieco", di chi in Liguria non vede alternative alla seppur bellissima e diplomatica Rapallo, alla ricca Portofino o alle Cinque Terre. 

Sestri nel prezzo del soggiorno include l'efficienza delle strutture pubbliche con le spiagge libere e pulite, da raggiungere tramite la pista ciclabile a doppio senso, nuova di zecca, che costeggia un lungomare da favola.

Poi i profumi del Mediterraneo non si vedono ma arricchiscono i sensi più delle cose: i limoni come pepite d'oro nei giardini delle villette, la buganvillea fiorita, vera cromoterapia di flora ligure, e il clima scottante di giorno con l'escursione climatica della sera. 

Piatti prelibati come il pesce azzurro, i gamberoni di Santa Margherita, la focaccia soffice, il pesto del Golfo Tigullio che non è come quello compero di casa, inutile anche solo pensarlo. Poi la musica e la poesia del cantautore genovese, Fabrizio de André, a risuonare da sola nel dialetto.

02 Palazzo Fascie Rossi
Palazzo Fascie Rossi

C'è la storia del palazzo Fascie Rossi, Museo della Città, nel Corso Colombo, con la torre merlata e il caratteristico colore rossastro dei suoi muri affrescati. La fortuna è poi dei palazzi di Sestri, posati così nel carruggio centrale, si fanno vedere alzando lo sguardo con ingenuità. Sono edifici che incuriosiscono e come d'incanto sembra di stare a Venezia.

Ma è l'ambientazione autentica della Sestri dei "due mari" a fare la differenza: la baia del Silenzio, delizia dei sensi, rannicchiata e con la spiaggia di sabbia fine e la lunga schiera di tipiche case colorate attorno.

E la baia delle Favole, condivisa da tutti, con gli spazi generosi, adatti alle giornate di sole e spiaggia. Insomma per riposare lo spirito, dopo le fatiche del lavoro, o per godersi la meritata pensione si cercano posti come Sestri, dove alla fine devi occuparti soprattutto di una cosa: osservare il mare con le spalle coperte dalla montagna. Una montagna che protegge con l’invito di fermarsi, arrestando quel vagare patologico del viaggiatore.

Sestri, dove l’abisso marino si ausculta sentendo il ritmo delle onde per captarne i segreti. E le storie di questo lembo di terra strappato dal mare, dove fino al Regno d'Italia sono passati tutti: dai i romani ai francesi di Napoleone. 

Facciate tipiche a Setri Levante
Facciate tipiche a Setri Levante

Bagni da favola 

Un buon paio di occhialini e le correnti del mare favorevoli fanno la differenza: in questi casi i fondali sabbiosi di Sestri traspaiono lucidi insieme ai pesci fra gli scogli. L'acqua è profonda già alcuni metri dopo il bagnasciuga, per cui precedenza ai buoni nuotatori, o a chi con due bracciate sa riguadagnare la riva. Le scarpette adatte agli scogli aiutano a non indolenzirsi i piedi, perché la sabbia è di sassolini, belli ma dolorosi.

Nella baia delle Favole c'è la spiaggia dedicata ai quattro zampe, altre spiagge sono servite, e di 'libere' più di una, seppur con il servizio di ombrellone e sdraio, tutte con doccia e bar. 

Passeggiata sul lungomare
Passeggiata sul lungomare

Un campeggio come si deve

La nostra mini-spedizione ha messo la bandierina al Camping Sant'Anna, il campeggio più famoso di Sestri per il fatto che è l’unico che dista letteralmente quattro passi dalla spiaggia della Baia delle Favole. La distanza giusta per isolarlo perfettamente dai rumori dei binari della ferrovia e quelli della strada. Il campeggio è "cosy": confortevole, accogliente.

La sera i vacanzieri prenotano i cornetti al cioccolato per la mattina; e al bar (che sembra scavato nella roccia) c'è un ex-pescatore cordiale con i camperisti, tiene la Moretti in fresco per l'aperitivo del Sant'Anna.

Le serate, meglio affrontarle con un buon anti-zanzare perché un torrente è proprio vicino al campeggio. Al Sant'Anna si vive un'atmosfera che mette a proprio agio per affrontare in serenità la convivenza con gli altri camperisti, anche se lo spazio è ridotto come lo è ovunque in quell’arco ristretto che compone la terra ligure.

Baia del Silenzio
Baia del Silenzio

Due o tre caravan stanziali, gli stalli per i camper, i van di traverso, sparuti bungalow e case-mobili, solo qualche piazzola per le tende dei ragazzotti, meglio perché in genere sono un po' chiassosi.

Di giorno il campeggio rimane in ombra fino circa alle dieci, favorendo le mattinate "grasse" di sonno. Il parco del camping è protetto da un monte che con la sua parete a strapiombo si oppone al mare, bellissima la cresta da guardare al mattino e a notte quando fa da cornice alle stelle.

Proprio accanto al campeggio parte il sentiero per le Rocche di Sant'Anna, si cammina fin in cima alla montagna per un panorama impagabile dall'alto della falesia. Nelle giornate migliori si vede tutto, dalle Alpi liguri a quelle Marittime, e in basso la Baia del Silenzio e quella delle Favole ci ‘spettano’.

Contapassi e pedalate 

Il sentiero che da Sestri Levante raggiunge le famose Rocche di Sant’Anna, è un po’ difficile in bici, ma a piedi va bene per tutti, servono la borraccia e le scarpe da trekking o pedule. Un’ora circa il tempo del percorso per godere dello spettacolare panorama sul Mediterraneo.

Per raggiungere Punta Manara invece esiste un sentiero della durata di un’ora che parte in Vicolo del Bottone, si seguono i due quadrati rossi, bambini per mano e attenzione ai tratti insidiosi. Punta Manara è un’area protetta che conserva anche i resti delle antiche torri dei saraceni, una in particolare si erge a 140 metri sul livello del mare. 

L’appetito vien mangiando   

Il ristorante Contemax situato proprio sul lungomare Giovanni Descalzo (n.26) di Sestri propone un menù ligure in un contesto semplice. Estrema cordialità e simpatia, si mangia bene anche la pizza.

Per qualcosa più chic, oppure un evento speciale, si gusta il pesce al ristorante Egua e sa^

Viale Rimembranza, 47, 16039 Sestri Levante (GE); GPS 44.270320, 9.392731. Piatti piuttosto elaborati, servizio dei camerieri attento, ed è buonissima la pinsa romana.  

Per approvvigionare la cucina del camper consigliamo il supermercato Coop di Viale Dante Alighieri, 137, 16039 Sestri Levante GE; GPS 44.273658, 9.402785-. C’è il parcheggio grande, e affianco alla Coop trovate anche un’ortofrutta davvero fornito, inoltre altri esercizi utili per acquistare le creme solari, oppure giochi e attrezzature da mare a buon prezzo. Altrimenti il mercato settimanale di Sestri si tiene il sabato mattina.

Dove mettiamo il camper? 

Camping Sant’Anna è in Via Antica Romana Occidentale, 390, Cap 16039, Sestri Levante (GE); GPS 44.282264, 9.391430; tel. 018543924, sito web: https://www.campingsantanna.com/. Si consiglia sempre la prenotazione, i motorhome di grande stazza devono manovrare con attenzione all’arrivo. Il campeggio si raggiunge facilmente in camper tramite l’Autostrada A12, uscita Casello Sestri Levante. Appena usciti dal casello, girare subito a destra senza entrare nella rotatoria.

Proseguire per Via Bruno Primi, superare la rotatoria e allo stop successivo svoltare a sinistra (già si vedono le indicazioni lato strada, di fronte allo stop). A questo punto siete già in Via Antica Romana Occ. e quindi è sufficiente proseguire sempre dritti e una volta superati i 4 semafori, troverete il camping, situato proprio al termine della Via Antica Romana Occ.

Il campeggio è aperto da metà aprile ai primi di novembre. Un camper con due persone paga per una notte, 30 euro in bassa stagione e 40 euro in alta. Gli animali pagano 5 euro al giorno, le persone supplementari 8 euro, se bambini 5 euro. Incluse nel prezzo docce calde, Wi-Fi, parcheggio auto per la roulotte, elettricità 3A. Il campeggio è convenzionato con alcuni ristoranti nelle vicinanze e con il Club di Camperlife.

Camping Santa Vittoria , Cap 16039 Sestri Levante GE; GPS 44.289259, 9.427599: tel. +390185409204; sito web: http://campingsantavittoria.com/. I visitatori si dicono molto soddisfatti di questo campeggio curato e pulito. Tanta gentilezza e attenzione dedicata dallo staff ai campeggiatori. Il mare è abbastanza vicino, servizio navetta a pagamento. La struttura è convenzionata con il Club Camperlife. 

Area Sosta Camper, "Levante Camper" in Via Privata Liguria, 39, Cap 16039, Sestri Levante (GE);

GPS 44.278454, 9.402024; tel. +393481592567, sito web: levantecamper.it. Dista 20 minuti a piedi dalla Baia del Silenzio, 25 piazzole su terreno pianeggiante e fondo erboso, con allacciamento acqua potabile e energia elettrica 6 ampere. Camper service al centro dell’area in vano riservato del blocco servizi. Quattro i servizi igienici di cui uno per disabili. Docce con acqua calda tramite gettone da 1 euro.  La piazzola da 28mq con elettricità costa 36 euro in alta stagione, 22 euro in bassa. Piazzola grande (56mq) prezzo di 46 euro con elettricità in alta stagione e 32 euro in bassa. 

Camping la Pineta, Via Alessandria, 23, Cap 16039 Sestri Levante (GE); GPS 44.257861, 9.432360; tel. +39018542364; web: http://www.lapinetaonline.it/. Il Camping La Pineta è situato nel verde della collina a 400 metri dal mare (spiaggia di Renà), il complesso turistico sorge su un’estensione di 15.000 mq, distribuiti a terrazze, in una zona tranquilla e ombreggiata da pini, mimose e eucalipto dove anche nei mesi più caldi il soggiorno è piacevole. Le piazzole sono in piano e piantumate, ombreggiate e delimitate, servite con presa elettrica europea (3A – 750 W) e lavandini, ampi servizi igienici con acqua calda. Camper e due persone al prezzo di 25 euro a notte, tre persone 33 euro, in bassa stagione. In alta stagione tariffa a 32 euro per camper e due persone, tre persone 38 euro.

Tigullio Camping & Resort, Via Sara, 111, Cap 16039 Sestri Levante (GE), GPS 44.271436, 9.425914; tel. +390185455455; web: http://tigullio.com/. La struttura è immersa in un’oasi verde e si trova a 900 metri dal mare e dalla spiaggia di Riva Trigoso. Modernamente attrezzata, offre soluzioni di soggiorno per le famiglie con bambini. Fra i tanti servizi segnaliamo la piscina, lavapanni con essiccatoio, corsi di nuoto e acqua-gym, animazioni, servizio navetta Marebus, noleggio biciclette, piazzole con elettricità fino a 12 ampere. Nelle vicinanze: parco giochi, centro sportivo, maneggio, campi da tennis, possibilità di praticare vela, diving e windsurf. Convenzionato con il club Camperlife. 

Movida per tutti 

Il Centro storico di Levante è molto vivace nel periodo estivo e permette una buona movida anche per i giovani in cerca di avventure. Bar caratteristici e pub d’ambientazione non mancano. Per i bambini c’è il parco Urbano Nelson Mandela con parco giochi gratuito (e uno scivolo particolare), pista ciclabile, area quattro zampe e un parchetto-avventura.  Covid-19 permettendo, Sestri ospita eventi culturali degni di nota come l’Andersen Festival che propone spettacoli di teatro urbano sul mare della Baia del Silenzio.

Giugno vede anche la Sagra dei Testaieu, un piatto tipico ligure a base di farina e acqua che si prepara sui ‘testetti’ in terracotta e si condisce in svariati modi. Ad agosto normalmente si tiene la Sagra delle Rane, buon cibo, musica e balli animano la Villa Tassani in allegria.

Da novembre a dicembre c’è la manifestazione "Pane e olio" che celebra l’olio extravergine d’oliva ligure DOP con visite guidate nei frantoi, degustazioni e cene tematiche e la rievocazione della tradizionale Pesca alla Sciabica.

Spostamenti  

In alta stagione tutta la Costa ligure è molto gettonata, le strade costiere sono poi particolarmente strette, perciò una volta arrivati a destinazione consigliamo per gli spostamenti l’utilizzo del treno, che alla stregua di una vera e propria metropolitana unisce le località principali della Liguria. Le stazioni inoltre sono sempre vicine ai centri, si risparmia anche tempo nella ricerca dei parcheggi rarissimi o introvabili. 

Portofino
Portofino

Rapallo e Portofino

Un weekend è un sogno della durata di 48 ore, difficile farci entrare anche una scappata a Rapallo o Portofino, ma i più iper-attivi potrebbero farcela. Rapallo, località diplomatica celebre per ben due trattati internazionali, è ricca di storia e cultura. Le vie di un centro davvero caratteristico si raggiungono subito dal piccolo porto che guarda il Castello di Rapallo, una struttura del ‘500 circondata dal mare. Gli spazi pubblici con l’accesso al mare di Rapallo sono limitati e abbastanza ristretti, meglio evitarli in alta stagione.

Ma c’è di più. Portofino, nella sua delicatezza perfetta, è un gioiello del mar Ligure che segna il confine fra il golfo del Tigullio e quello del Paradiso. Tutto attorno, oltre alla borgata super-lussuosa e i ristoranti con prezzi da capogiro, c’è il Parco naturale regionale di Portofino, ricco di sentieri ben segnalati che si estendono per 60 chilometri. Dai tempi dei romani si dice che quella di Portofino sia la Baia dei Delfini che la popolano numerosi, perciò Plinio il Vecchio la chiamò Portus Delphini. 

Siti utili

Sito ufficiale del Comune di Sestri Levante: http://www.comune.sestri-levante.ge.it/

Sito ufficiale del turismo di Sestri: https://www.sestri-levante.net/

Sito per le escursioni via mare (servizio marittimo del Tigullio): https://traghettiportofino.it/ 

Articolo scritto prima del Nuovo Dpcm 25 ottobre 2020

***

(26 ottobre 2020)