Pagine amiche, leggere in camper

ARIA SOTTILE

Una tragedia del nostro tempo raccontata da un grande scrittore: l’Everest, o “Dea del Cielo” è sempre stato oggetto di fascinazione, ossessione e desiderio sia per gli alpinisti sia per i sognatori. Ormai, se si ha il denaro necessario, è alla portata di tutti. Basta prenotarsi in una delle agenzie turistiche specializzate in emozioni estreme e firmare l’assegno. Quando, nel maggio 1996 Krakauer fu inviato dalla prestigiosa rivista americana Outside a partecipare ad una spedizione sull’Everest per scrivere un articolo sulla proliferazione delle scalate a pagamento condotte da guide professioniste, sembrò il logico coronamento di una carriera che era riuscita a combinare due grandi passioni: l’alpinismo e la scrittura. Il 10 maggio, però, una tempesta colse di sorpresa le quattro spedizioni che si trovavano sulla cima della montagna. Alla fine della giornata, nove alpinisti erano morti, incluse due delle migliori guide locali, gli sherpa. Krakauer fu tra i fortunati che riuscirono a ridiscendere “la Montagna”. Ed il libro “Aria sottile” è molto più che la cronaca di quella tragedia; oltre ad offrire un punto di vista privilegiato, cioè  il racconto in prima persona di un evento drammatico che a oltre vent’anni di distanza fa ancora discutere, offre soprattutto un esame provocatorio delle motivazioni che stanno dietro alle ascensioni ad alta quota e una drammatica testimonianza del perché quella tragedia si poteva evitare. Krakauer descrive in modo indimenticabile la fatica di esistere e ancor più di muoversi a 8.000 metri d’altezza e si rivela acuto esaminatore dell’ascetismo masochistico che a volte spinge gli alpinisti; sa che per voler salire sull’Everest bisogna avere una buona dose di follia. La sua storia contiene quella che deve essere l’essenza dell’inferno: l’infinita capacità delle cose di divenire peggiori di quello che temi. Grazie alla sua straordinaria capacità narrativa che rende vivido il racconto di ogni passo sulla montagna e alla feroce critica delle decisioni prese lassù quel 10 maggio, Krakauer ha scritto un bestseller che è ormai il classico indiscusso della letteratura di montagna.

Aria Sottile - di Jon Krakauer - Corbaccio editore - 19 euro (9,99 euro formato Kindle)

LA GUERRA DEI NOSTRI NONNI

La Grande Guerra non ha eroi. I protagonisti non sono re, imperatori, generali. Sono piuttosto fanti contadini: i nostri nonni. Aldo Cazzullo racconta il conflitto '15-18 sul fronte italiano, alternando storie di uomini e di donne: le storie delle nostre famiglie. Perché la guerra è l'inizio della libertà per le donne, che dimostrano di poter fare le stesse cose degli uomini: lavorare in fabbrica, guidare i tram, laurearsi, insegnare. Le vicende di crocerossine, prostitute, portatrici, spie, inviate di guerra, persino soldatesse in incognito, incrociano quelle di alpini, arditi, prigionieri, poeti in armi, grandi personaggi e altri sconosciuti. Attraverso lettere, diari di guerra, testimonianze anche inedite, "La guerra dei nostri nonni" conduce nell'abisso del dolore. Ma sia le testimonianze di una sofferenza che oggi non riusciamo neppure a immaginare, sia le tante storie a lieto fine, come quelle raccolte dall'autore su Facebook, restituiscono la stessa idea di fondo: la Grande Guerra fu la prima sfida dell'Italia unita; e fu vinta. L'Italia poteva essere spazzata via; invece dimostrò di non essere più "un’espressione geografica", ma una nazione. Questo non toglie nulla alle gravissime responsabilità, che il libro denuncia con forza: di politici, generali, affaristi, intellettuali, a cominciare da D'Annunzio, che trascinarono il Paese nel grande massacro. Ma può aiutarci a ricordare chi erano i nostri nonni, di quale forza morale furono capaci, e di quale patrimonio, grazie ad essi, portiamo dentro di noi.

La guerra dei nostri nonni - di Aldo Cazzullo - Mondadori editore - 12,50 euro (6,99 euro formato Kindle)

UN INDOVINO MI DISSE

Uno dei tanti libri di Tiziano Terzani, che fu sommo giornalista e grande viaggiatore, corrispondente dall’Asia, continente che ha fatto conoscere ad un vasto pubblico nella sua continua evoluzione. Una volta letto uno dei suoi libri, non si può far altro che proseguire con gli altri volumi, per immergersi in un viaggio letterario e culturale. Nel 1976, un indovino cinese avverte il giornalista Tiziano Terzani, corrispondente dall’Asia, di non prendere aerei per tutto il 1993, perché il rischio di morire è elevato. Una profezia? Un avvertimento fantasioso? Passano gli anni, ma arrivato quello fatidico Tiziano ricorda la profezia e decide di usarla come occasione per un’esperienza particolare: svolgere il suo lavoro da corrispondente in Asia senza prendere mai un aereo. Il risultato è un libro che è insieme romanzo d'avventura, autobiografia, racconto di viaggio e reportage. La profezia?... Azzeccata: uno degli aerei che avrebbe dovuto prendere per fare un servizio precipitò!

Un indovino mi disse - L’avventura di un viaggio senza aerei - di Tiziano Terzani - Casa Editrice Longanesi - 18,60 euro (6,00 euro formato Kindle)

VAGATOR

Cesare ed Elisabeth avevano un sogno: poter fare un giorno un viaggio in camper intorno al mondo. Un sogno alimentato per decenni con letture, proiezioni, guide e carte geografiche. Con il pensionamento il sogno diventa realtà. Nel giugno del 1997 inizia il viaggio di sette anni intorno al mondo, che li ha portati dall’Alaska alla Terra del Fuoco, in Nuova Zelanda, Australia, Sud-Est Asiatico ed Africa Australe. Momenti di vita camperistica raccontati in uno stile semplice, che fanno viaggiare il lettore in angoli remoti ed affascinanti del nostro pianeta. Gli appassionati di viaggi troveranno anche alcune informazioni utili per ripetere l’esperienza. Vagator è il nome del camper, in ricordo della loro spiaggia preferita, Vagator Beach in India: un motorhome VAS su meccanica Iveco Daily (VAS era una azienda storica che produceva mezzi monoscocca prestigiosi), che con poche modifiche è stato adattato per un giro impegnativo come quello compiuto dai coniugi Pastore. Le sospensioni sono state preparate da OMA, azienda specializzata in elaborazioni per camper; il parabrezza è stato dotato di una paratia scorrevole in plexiglas; è stata aggiunta uno snorkel per il filtro aria. Alla fine, si è trattato di un bel giro: 137.400 chilometri, percorsi senza accusare problemi particolari a livello meccanico, a dimostrazione della bontà dei veicoli Made in Italy. Per poter curiosare e visionare foto e percorso, fatevi un giro su www.campervagamondo.it

Vagator - di Cesare Pastore - volume autopubblicato – 17 euro

LA BIZZARRA IMPRESA

Due amici programmano un viaggio in auto molto particolare: da Bari a Pechino passando per Vladivostok, e per renderlo ancora più speciale decidono di compierlo con una Fiat 500 del 1973. Un lungo percorso attraverso due continenti in totale autonomia, con pochi bagagli, un budget limitato e senza alcun supporto tecnico, su di un’auto vecchia di oltre trent’anni. Percorrendo sedicimila chilometri a una media di trenta all’ora, i protagonisti di “La bizzarra impresa” impiegheranno più di tre mesi per raggiungere la loro meta. Un viaggio in tutta lentezza che darà loro modo di guardarsi attorno e di parlare con la gente, cogliendo l’essenza di un mondo che sta rapidamente cambiando a seguito dei cataclismi politici che ne hanno modificato confini e certezze.

La bizzarra impresa - di Danilo Elia - Editore Cda Vivalda – 18 euro (2,99 euro formato Kindle)

PORTRAITS

Una nuova edizione dell'opera pubblicata nel 1999, aggiornata e arricchita con fotografie inedite, una galleria commovente di ritratti di uomini, donne e bambini di tutto il mondo, di tutti i ceti sociali e di tutte le culture. Dalla famosa immagine della "Giovane afghana" a quelle, altrettanto forti, di un cowboy paraguaiano o di una sposa indiana che indossa i suoi gioielli, questi ritratti dal vivo di bambini, adolescenti e adulti di tutti gli orizzonti rivelano l'universalità delle emozioni e la grande varietà di tradizioni e ornamenti di abbigliamento: la più vasta collezione di ritratti realizzati dal fotografo, raccolti in 400 pagine. L'abilità di McCurry nel catturare gli aspetti più profondi e travolgenti dell'esperienza umana nei suoi innumerevoli viaggi lo rende uno dei fotografi contemporanei più riconosciuti e acclamati.

Portraits - di Steve McCurry - Editore Phaidon - 42,99 euro