Navi Gialle: e se i traghetti per le isole andassero a vela...

Il tentativo ormai comune a tutte le grandi compagnie marittime convolte nello spostamento di merci e persone, navi cargo e da crociera comprese, sta nel ridurre la propri impronta di carbonio sia per una motivazione ecologica sia per abbattere dei costi sempre meno sostenibili. Il passaggio dal carburante fossile al GNL (Gas Naturale Liquido) poteva apparire una soluzione, fatto sta che l'aumento del costo del gas ed il fatto che la componente di metano che ne scaturisce inquina parimenti ne hanno ridimensionato fortemente le aspettative.

La compagnia Navi Gialle, Corsica Sardinia Elba Ferries, sta però percorrendo una strada differente, a partire dal settore del trasporto commerciale, che potrebbe a cascata riversarsi sulla mobilità marittima che più ci riguarda, data anche la dichiarazione per cui il core business della compagnia resta quello dal trasporto passeggeri.

ro-ro-vela-traghetto-navi-gialle-sardinia-corsica

Ro-ro “a vela”.

Una partnership con Neoline Armateur permetterà di sviluppare il progetto di una nave da carico lunga 136 metri e alimentata principalmente dal vento, che consentirà di risparmiare fino all’80% di carburante rispetto ad una nave tradizionale.

L’innovativo Ro-ro due alberi, che accoglierà 3.000 m² di vele rigide a controllo automatico, navigherà ad una velocità commerciale di 11 nodi, combinando risparmio energetico e ottimizzazione dei tempi di trasporto. Questa nuova nave da carico potrà trasportare 1.200 metri lineari, 400 auto o 265 container, che rappresentano fino a 5.000 tonnellate di merci.

Dopo aver limitato il più possibile la nostra impronta di carbonio in una fase iniziale, ora dobbiamo rivolgerci alle alternative ai combustibili fossili. Oggi si aprono nuove possibilità con l’idrogeno verde e la propulsione velica. Come Società Armatoriale responsabile, abbiamo il dovere di sostenere la transizione energetica appoggiando queste soluzioni lungimiranti, che sono veri e propri laboratori per la propulsione del trasporto marittimo di domani.”. Così commenta Pierre Mattei, Presidente di Corsica Sardinia Ferries.

corsica-sardinia-ferries

Rosa dei Venti (Ro-ro Cargo).

La Compagnia, che punta anche sulla diversificazione delle sue attività, ha recentemente acquistato la nave italiana Ro-ro Rosa dei Venti da Visentini Trasporti.

La Rosa dei Venti, costruita nel 2018 per le necessità di Grendi, ha una capacità di carico di 2.500 metri lineari e ha la stiva progettata per accogliere l’innovativo sistema di movimentazione dei container con “cassette” per imbarcare e sbarcare in doppia altezza, raddoppiando lo sfruttamento dei metri lineari disponibili di garage e dimezzando i tempi di movimentazione del carico.

La nave è attualmente noleggiata al Gruppo Grendi, che ne manterrà il charter per i prossimi 5 anni, continuando ad operare fra la Toscana e la Sardegna e impiegando il personale marittimo di Corsica Sardinia Ferries e il suo know how.

Core Business: trasporto passeggeri.

Per il 2023, Corsica Sardinia Ferries conferma la programmazione per Corsica, Sardegna, Elba e Baleari, ottimizzando gli orari, in base alle esigenze del mercato, e la pianificazione delle rotte, per ridurre le emissioni, con la “tensione costante a migliorare l’offerta commerciale e ad essere sempre più Green Oriented”.