Germania, Hymer: il settore immatricolazione caravan è in aumento

Il settore del caravaning è cresciuto: il numero di immatricolazioni è in forte aumento. I camperisti stessi hanno subito meno limitazioni rispetto a chi preferisce altre modalità di viaggio. Erwin Hymer Group (EHG) presenta alcuni dati di scenario.  Durante quest’anno tutti i piani e progetti sono stati sconvolti, ma, nonostante ciò, il settore del caravaning è cresciuto: il numero di immatricolazioni è in forte aumento. Anche i camperisti stessi hanno subito meno limitazioni rispetto a chi preferisce altre modalità di viaggio.  Durante quest’anno, caratterizzato dalla pandemia, la vendita di veicoli ricreazionali si è evoluta come mai prima. 

Nel 2020, in Germania sono stati immatricolati più di 100.000 nuovi veicoli – un
aumento del 28% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. In questo modo è stato
possibile recuperare alla grande le perdite riscontrate durante il primo lockdown in primavera.

I dati di vendita forniti da Erwin Hymer Group (EHG)

Erwin Hymer Group (EHG) ha beneficiato di questo boom. Il risultato dei registri degli ordini pieni e della
capacità della produzione sfruttata al massimo per mesi è stata l’assunzione di quasi 400 nuovi
dipendenti,
il tutto si è verificato durante il primo quartile dell’anno d’esercizio 2021 (da agosto ad ottobre
2020).L’amministratore delegato dell’EHG, Martin Brand, dice: “Nonostante tutte le ostilità di questo periodo non solo i produttori e i concessionari hanno saputo padroneggiare la crisi. Grazie alla loro autonomia, gli autocaravan hanno mantenuto la loro promessa di garantire libertà e autogestione, dimostrandosi molto adatti ad un viaggio nel pieno rispetto del distanziamento sociale. Un grande numero dei nostri clienti è riuscito a gestire le limitazioni della mobilità in modo flessibile e a godere un bel viaggio.Per quanto riguarda il 2021 è ottimista: “Durante l’anno più difficile, il 2020, gli autocaravan, le caravan e i camper van hanno garantito viaggi rilassanti e sicuri. Sono diventati simboli per la libertà individuale e per l’autogestione. Anche molti new-entry hanno testimoniato i benefici dei veicoli ricreazionali, stimolando entusiasmo sempre in aumento".