25 anni di SAWIKO: a tu per tu con il fondatore Guido Kovermann

al-ko_vt_sawiko_current_rear_racks

 

25 anni di SAWIKO: intervista con il socio fondatore Guido Kovermann in occasione dell'anniversario dell'azienda

 

La fortunata storia di SAWIKO è cominciata nel 1995 nella cittadina tedesca di Hunteburg, nel circondario di Osnabrück, con quattro persone. Con quale vision è stata fondata la ditta?

Uwe Samland, Ralf Winter e io avevamo già la passione del campeggio, quindi conoscevamo le esigenze del mercato in fatto di accessori camper, ganci di traino e portapacchi. Pertanto nel 1995 ci siamo decisi a metterci in proprio con l'azienda SAWIKO.

Nei primi tempi quali erano la richiesta e il feedback dei clienti?

Devo riconoscere che la prima "alta stagione", nel marzo/aprile del 1995, è stata molto difficile, perché non ci conosceva ancora nessuno. A darci la spinta è stato il Caravan Salon di Düsseldorf nell'autunno del 1995. Ci ha dato la possibilità di presentarci al pubblico e ai clienti finali. È andata così bene che siamo stati letteralmente sommersi dalle richieste dei clienti. In officina, che era aperta 24 ore al giorno, coprivamo turni di mattina, di sera e di notte. 18-19 ore di lavoro al giorno erano la normalità. Oggi chiederei: "Siete impazziti?"

GUIDO KOVERMANN

Anche nel periodo successivo abbiamo fatto tutto da soli. Visitavamo tutte le fiere, ci occupavamo autonomamente dei montaggi, presentavamo di persona i nostri prodotti nei campeggi e lavoravamo anche nel fine settimana. Era un rapporto molto familiare con lunghe giornate di lavoro. Ma a lavoro concluso sapevamo a quale scopo avevamo faticato.

Sembra una fase molto intensa. Come è andata avanti?

Proprio all'inizio avevamo da noi un grosso fornitore di camper che ci ha insegnato come muoverci e con cui per molti anni abbiamo collaborato anni da pari a pari. Nel 1998 la ditta Dethleffs ci ha concesso la sua fiducia incaricandoci delle estensioni per i telai Fiat.

Mi è rimasto impresso nella memoria anche l'acquisto della nostra nuova costruzione di Neuenkirchen-Vörden, avvenuto nel 1999, con tutte le relative misure per l'ampliamento e la crescita degli anni successivi. Entrare nel proprio edificio per la prima volta ha qualcosa di eroico che rende fieri.

Chi significato ha avuto allestire la vostra produzione?

Dal 2004 abbiamo nella nostra località di Neuenkirchen-Vörden in Bassa Sassonia la nostra propria produzione con impianti laser e di taglio. Decidere di produrre in proprio ci ha resi indipendenti da fornitori esterni e ci ha permesso di ottenere una elevata velocità di produzione, in particolare per il mercato dei produttori di apparecchiature originali. Se un cliente ci chiedeva nove set di estensioni del telaio invece di sette, non era un problema. Producevamo i due set di notte, li facevamo rivestire o zincare velocemente e il cliente era soddisfatto. All'epoca era un vantaggio concorrenziale. E anche oggi produrre autonomamente in Germania ci aiuta ad assicurare l'alta qualità dei nostri accessori camper premium.

Che significato ha avuto per Lei l'acquisizione da parte di AL-KO Vehicle Technology Group?

Il leader del settore AL-KO è interessato a te e ti vuole sposare. Era il nostro sogno da anni. Alla fine di dicembre 2011 abbiamo venduto la nostra azienda all'AL-KO Vehicle Technology Group. E per dirla in modo informale, abbiamo tirato un po' più a lustro il diamante AL-KO, perché abbiamo potuto portare con noi e consolidare la nostra attività di aftermaket.

Qual è stato secondo Lei il fattore chiave che ha portato l'azienda al successo?

Naturalmente che AL-KO ha stabilito di non modificare la strategia e l'idea di successo di SAWIKO. E questo dà i suoi frutti ancora oggi. Perché dalla vendita in poi si è registrata una crescita di giro di affari e di collaboratori.

Qual è la ricetta del successo di SAWIKO per la stabilità economica?

La nostra attività si basa su pilastri diversi. Quindi tra i nostri acquirenti ci sono produttori, commercianti e clienti finali. Se un pilastro viene meno, ci sono gli altri a compensare. Per esempio, a causa della crisi dei produttori tra il 2008 e il 2009 , dall'oggi al domani non abbiamo avuto più ordinazioni dal mercato dei produttori. Tuttavia abbiamo potuto mantenere e garantire i posti di lavoro.

Cosa significa oggi il nome SAWIKO?

Al primo posto vanno naturalmente menzionati i prodotti premium innovativi per camper. Includono per esempio ganci di traino di alta qualità, portapacchi, dispositivi per il carico delle moto o sistemi per ampliare il volume di carico. SAWIKO significa inoltre un eccezionale rapporto prezzo-prestazioni, 25 anni di esperienza di mercato e un rapporto leale con i nostri clienti.

Nell'AL-KO Vehicle Technology Group siamo inoltre gli esperti di tutto il settore dell'aftermarket e ultimamente distribuiamo anche prodotti scelti dell'affiliata italiana di AL-KO CBE nel settore dell'energia solare e della gestione dell'energia.

Guardiamo al futuro. La classica domanda: cosa si augura per questo anniversario?

Mi auguro che anche in futuro SAWIKO offra un importante contributo all'AL-KO Vehicle Technology Group come marchio di successo e che soddisfi i nostri clienti e i nostri partner con prodotti solidi e innovativi. La base di tutto questo sono i nostri fantastici collaboratori, senza i quali non saremmo mai arrivati dove siamo.

In quanto socio fondatore di SAWIKO mi sta naturalmente anche a cuore che la nostra sede principale in Neuenkirchen-Vörden continui a esistere. Che a metà dell'anno si investa in misura considerevole in moderne tecniche produttive, mi rende fiero e aiuta a portare avanti la nostra storia di crescita. Ma il desiderio maggiore è che il gruppo AL-KO, di cui facciamo parte, riconosca ulteriormente che al mondo devono esistere anche tipi fuori dal comune. E alcuni di questi tipi sono a Neuenkirchen-Vörden e fanno affari ben riusciti.